Jel Ena

Medusa DreamHow do you approach to the job?

I am a full time artist, I create all the time and I rarely take breaks. Not because I am workaholic but because I do what I love, it is my one and only true passion.

The moment I open my eyes in the morning I start thinking about what will I work on. Within minutes I am in my studio and I start either with an idea that was baking long enough in my head and ready to out, or I go through my notes with ideas previously written down and see what I would like to pick.

It all depends on my mood what shall be selected for giving birth to.

Are you always satisfied with the final result? if not, what do you do?

No, I am not always satisfied with my work, but I have to stop at some point and move on to the next piece. I often see mistake in my finished works and what I could have done better. For me that kind of attitude is essential, or I will never improve, or grow as an artist. New work is new opportunity to better myself, improve and go further with my work. I also experiment a lot as I work, with techniques and styles; it keeps creative process always interesting.

Black TearsWhere do you find the inspiration?

I have swarms of ideas going on in my head all the time. I have to write them down or I will forget because new ones are always coming. It’s a chaos up there, between my ears.

Seeing at the world or is just something inside of you?

Besides my inner inspirations I get inspired by my dreams, mythology, religion, art history, prose, and of course poetry.

My long time muse is poet Scott Reeves (http://missinglight.blogspot.com/). We worked on so many pieces together, and as a product of our beautiful collaborations came out a book of graphic poetry “The Blood of Lost Gods” (http://jelena.bigcartel.com/product/the-blood-of-lost-gods). It was published in 2012 and I am so proud of it.

What are your artistic preferences and how do they influence you?

My artistic preferences are huge, but mainly the art of old masters that I have been mesmerized with since I was a child.   I was as exposed to art from prehistoric period all the way to mid twentieth century, very early in my life thanks to my parents who are both artist and had an impressive library of art books. Plus, we traveled a lot and had opportunities to visit many museums and galleries around Europe, and experience many masterpieces in person.

IputaspellonyouWhat’s your hobby?

More art, everything I do is art related. If am not sitting and creating, than I am discovering new ideas, looking for inspirations. I read, I write down ideas, and/or revisit old notes with more ideas and thoughts that haven’t materialize into artwork yet.

http://jel-ena.com/

TRADUZIONE

Come ti approcci al lavoro?

Io sono un artista a tempo pieno, creo tutto il tempo e raramente prendo pause. Non perché io sia un maniaco del lavoro, ma perché faccio ciò che amo, è la mia unica e vera passione.

Nel momento in cui apro gli occhi al mattino mi metto a pensare a cosa farò. In pochi minuti sono nel mio studio e mi metto al lavoro su un’idea che ho da abbastanza tempo nella mia testa ed è pronta ad uscire, o lavoro su i miei appunti con le idee precedentemente svalutate e vedo quello che vorrei prendere.

Capezzoli VenereTutto dipende dal mio umore ciò che viene scelto per darlo alla luce.

Sei sempre soddisfatto del risultato finale? se no, che cosa fai?

No, io non sono sempre soddisfatto del mio lavoro, ma mi devo fermare a un certo punto e passare al pezzo successivo. Vedo spesso errori nei miei lavori finiti e quello che avrei potuto fare meglio. Per me quel tipo di atteggiamento è essenziale, o io non potrò mai migliorare, e crescere come artista. Una nuova opera è una nuova occasione per migliorare me stesso, migliorare e andare avanti con il mio lavoro. Sperimento molto nel modo di lavorare, con tecniche e stili, ma mantengo il processo creativo sempre interessante.

Dove trovi l’ispirazione?

Ho sciami di idee che si accavallano nella mia testa tutto il tempo. Devo scriverle o mi dimenticherò perché quelle nuove arrivano sempre. E ‘un caos lassù, tra le mie orecchie.

Guardando il mondo o è qualcosa dentro di te?

Last EucharistOltre le mie ispirazioni interiori prendo ispirazione dai miei sogni, la mitologia, la religione, storia dell’arte, prosa e  poesia naturalmente.

La mia musa di lunga data è il poeta Scott Reeves (http://missinglight.blogspot.com/). Abbiamo lavorato su tanti pezzi insieme, e come un prodotto delle nostre belle collaborazioni è uscito un libro di poesie grafico “The Blood of Lost Gods” (http://jelena.bigcartel.com/product/the-blood-of-lost -dei). E ‘stato pubblicato nel 2012 e io ne sono molto orgoglioso.

Quali sono le tue preferenze artistiche e come ti influenzano?

Le mie preferenze artistiche sono enormi, ma soprattutto l’arte di antichi maestri che mi hanno ipnotizzato quando ero un bambino. Sono stato esposto all’arte dal periodo preistorico fino alla metà del ventesimo secolo, molto presto nella mia vita grazie ai miei genitori che sono entrambi artisti e avevano un’impressionante biblioteca di libri d’arte. Inoltre, abbiamo viaggiato molto ed ho avuto l’opportunità di visitare molti musei e gallerie in tutta Europa, e vedere molti capolavori dal vivo.

Qual è il tuo hobby?

Tutto quello che faccio è riportabile all’arte. Se non sono seduto creando,  sto scoprendo nuove idee, ricerco ispirazioni. Leggo, scrivo le idee, e / o rivisito vecchie note con più idee e pensieri che non si sono concretizzati ancora in un’opera d’arta.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...